Iva al 10% per cibi d’asporto durante l’emergenza sanitaria

19 - 11 - 2020

Il Mef, con una risposta a un question time in Commissione Finanze alla Camera, ha  affermato che a causa della situazione attuale prodotta dall’emergenza coronavirus e dalle chiusure totali o parziali delle attività di ristorazione, la vendita di cibi preparati da  asporto o con consegna a domicilio possono rientrare nell’applicazione dell’Iva al 10%,  invece dell’aliquota ordinaria al 22%.

A supporto dell’interpretazione è citata la sentenza del 10.03.2011 della Corte di Giustizia Europea nelle cause riunite C-497 e C-502/09. 

Fonte: Il Sole 24 Ore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai bisogno di aiuto?

Lasciati aiutare! Chiama ora al numero: (+39) 051-333788

federica.terzi@studioterzi.eu

Lun-Ven: 08,00 - 17,00

Iscriviti alla newsletter

    Ho letto e compreso la Privacy Policy