DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI

16 - 06 - 2022

È stato approvato il D.L. Semplificazioni. Tra le modifiche si segnala:

  • saranno escluse dall’esterometro le operazioni relative ad acquisti di beni e servizi non rilevanti territorialmente, con importo ridotto, fino a € 5.000;
  • soppressione dell’addizionale Ires del 4% sui petrolieri (Robin tax); o abrogazione dal 2022 del regime delle perdite sistematiche, che portava all’applicazione dell’addizionale Ires per le società di comodo;
  • più tempo ai comuni per adeguare le addizionali comunali ai nuovi scaglioni Irpef; o l’esonero per i lavoratori dipendenti pubblici dall’obbligo di certificazione dei redditi per ottenere il bonus da 200 euro;
  • rimborso diretto agli eredi dei crediti del defunto;
  • l’aumento di 120 euro per l’assegno unico per chi ha figli con disabilità, solo per il 2022;
  • la riduzione da 15.000 a 5.000 euro del limite sopra il quale scatta l’obbligo di segnalazione all’Amministrazione Finanziaria dei movimenti in denaro, anche virtuali, da e per l’estero, a cura degli intermediari finanziari e non finanziari che intervengono nella movimentazione dei conti;
  • proroga al 31.12.2022 per la dichiarazione Imu, con nuovo modello unificato in arrivo, e per l’imposta di soggiorno (dal 30.06 al 30.09.2022).
  • la possibilità, dal 2023, di evitare i controlli formali sui dati delle spese mediche nel caso in cui si presentino le dichiarazioni precompilate dei redditi tramite un Caf o un professionista abilitato;
  • la proroga per l’Amministrazione Finanziaria di trasmettere le informazioni sugli aiuti Covid al Registro nazionale aiuti al 30.06.2023; di conseguenza, sarà prorogata anche l’autodichiarazione sugli aiuti Covid, presumibilmente al 31.10.2022; il rinvio del termine in scadenza al 30.06.2022 dovrà essere ufficializzato da un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate che sarà emanato all’indomani della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del nuovo “Decreto semplificazioni”.
    *l’esenzione dall’Iva sulle prestazioni sanitarie rese dalle cliniche non convenzionate nell’ambito delle prestazioni di ricovero e cura. Le prestazioni di ricovero e cura non rientranti nell’esenzione, saranno assoggettate all’aliquota ridotta del 10%, che sarà applicata anche alle prestazioni di alloggio rese agli accompagnatori dei pazienti ricoverati; o a regime cambia la scadenza per la trasmissione degli elenchi Intrastat all’agenzia delle Dogane, Accise e Monopoli per le operazioni intracomunitarie: l’adempimento si potrà effettuare entro la fine del mese successivo al periodo di riferimento
    Fonte: IL Sole 24 Ore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai bisogno di aiuto?

Lasciati aiutare! Chiama ora al numero: (+39) 051-333788

federica.terzi@studioterzi.eu

Lun-Ven: 08,00 - 17,00

Iscriviti alla newsletter

    Ho letto e compreso la Privacy Policy